La Via Francigena del Sud, cos’è ed il tracciato approvato #BagsFree #WalkingOnFrancigena

Chi segue gli aggiornamenti della nostra pagina Facebook dedicata alla Francigena, “Walking On Francigena“, ha letto lo scorso 19 ottobre che è stato definito ed approvato il percorso ufficiale della cosiddetta Via Francigena del Sud, che partendo da Roma si conclude al nostro de finibus terrae, ossia alla nostra estremità, Santa Maria di Leuca.

Si tratta di ulteriori 30 tappe che si aggiungono alle 45 della cosiddetta Via Francigena del Nord, che va dal Gran San Bernardo a Roma.

Perchè questo? Occorre rifarsi alla storia. I tre principali luoghi di pellegrinaggio medievali, tempo di definizione di questi cammini, erano Santiago di Compostela, Roma e Gerusalemme. Facciamo l’esempio di un pellegrino che venisse dalle terre britanniche, dall’Abbazia di Canterbury. Sbarcato che fosse in Francia, a Calais, o proseguiva verso ovest, e quindi verso la Spagna e Compostela oppure scendeva verso Sud, lungo la Via Francigena, in direzione della capitale della cristianità.

Il segnale indicatore, ben diffuso da Roma a Cassino. Rappresenta il simbolo cristiano del pesce (in greco Ichtus, acrostico di Iesus Xristos Uiòs Theoù Soter, ossia Gesù Cristo Figlio di Dio e Salvatore; da Ictus deriva la parola italiana “ittico,ittica”).

Giunto qui, alle tombe di Pietro e Paolo, se decideva di andare al Santo Sepolcro, a Gerusalemme, aveva un altro mese di cammino davanti. I Castelli, Anagni, Cassino, Benevento, poi la deviazione verso la Puglia ed il Gargano (con la possibile variazione della Via Micaelica fino a Monte Sant’Angelo) e poi giù lungo la costa: Bari, Brindisi, Lecce, Santa Maria di Leuca. Ovviamente era possibile imbarcarsi anche prima, molti salpavano da Brindisi ad esempio.

Le tappe del tracciato approvato sono le seguenti:

  1. Roma – Marino
  2. Marino – Artena
  3. Artena – Anagni
  4. Anagni – Veroli
  5. Veroli – Ceprano
  6. Ceprano – Cassino
  7. Cassino – Mignano Monte Lungo
  8. Mignano Monte Lungo – Alife
  9. Alife – Solopaca
  10. Solopaca – Benevento
  11. Benevento – Casalbore
  12. Casalbore – Celle San Vito
  13. Celle San Vito – Troia
  14. Troia – Santuario dell’Incoronata
  15. Santuario dell’Incoronata – Cerignola
  16. Cerignola – Canosa
  17. Canosa – Corato
  18. Corato – Bitonto
  19. Bitonto – Bari
  20. Bari – Mola
  21. Mola – Monopoli
  22. Monopoli – Pozzo Guacito di Fasano
  23. Pozzo Guacito di Fasano – Lamaforca
  24. Lamaforca – Brindisi
  25. Brindisi – Torchiarolo
  26. Torchiarolo – Lecce
  27. Lecce – Carpignano Salentino
  28. Carpignano Salentino – Otranto
  29. Otranto – Tricase
  30. Tricase – Santa Maria di Leuca

Praticamente con le prime dieci tappe si percorrono Lazio e Campania; poi con nove tappe si piega dalla Campania verso la Puglia, fino al mare che si raggiunge a Bari, ed infine con undici tappe si scende per il “tacco” fino alla punta, a Leuca.

Chi non ha tempo o possibilità di fare tutto il cammino in una volta può quindi spezzarlo facilmente in tre tronconi di una decina di giorni.

Il percorso dovrebbe essere pienamente attrezzato, dicono, per gennaio 2020. Consentitemi un po’ di scetticismo, anche se sarò lieto di essere smentito. Al momento è assente molta della segnaletica e ci sono tappe dove non è affatto semplice trovare alloggio. Ma, ripeto, staremo a vedere.

Nel paese dei mille campanili, l’Italia, la definizione del percorso ha lasciato strascichi e lamentele del tipo “perchè lì si e qui no”, “come si può lasciarci fuori…” ecc… Ma come sempre saranno camminatori, pellegrini e turisti a fare la differenza. Sanno giudicare benissimo chi è più o meno ospitale o recettivo. E faranno loro giustizia a riguardo.

La guida più diffusa al momento è quella degli esperti Monica D’Atti e Franco Cinti: “La Via Francigena del Sud” (con un forte tocco “spirituale”) edita dalle Paoline nel 2014. In attesa della ristampa di quella più tecnica di Terre di Mezzo (stessi autori).

Ma sicuramente uscirà qualcosa di nuovo.

Luggage Storage: always the cheapest price! #BagsFree #RomaTermini

Good morning! We inform all our customers that from tomorrow, November 1, 2019, the cost of the daily deposit at our Rome Termini Storage will be € 5 per bag. Always the cheapest price in Rome! For questions or information on our price lists: booking@bags-free.com

Buenos días! Informamos a todos nuestros clientes que a partir de mañana, 1 de noviembre de 2019, el costo del depósito diario en nuestro almacén de Roma Termini será de 5 € por bolsa/maleta. ¡Siempre el precio más bajo en Roma! Para preguntas o información sobre nuestras listas de precios: booking@bags-free.com

Buongiorno! Avvisiamo tutti i nostri clienti che da domani, 1 novembre 2019, il costo del deposito giornaliero presso il nostro deposito di Roma Termini, sarà di 5€ a bagaglio. Sempre il prezzo più basso di Roma! Per domande o informazioni sui nostri listini: booking@bags-free.com

Il Wrapping a Roma Termini #BagsFree #RomaTermini

Il cosiddetto “wrapping”, ossia il servizio di avvolgimento bagagli, consente al cliente/turista/passeggero di far avvolgere il proprio bagaglio con una pellicola protettiva in resina plastificata – completamente riciclabile e non tossica. La pellicola si adatta perfettamente alle forme e ai rilievi dei vari colli e, grazie all’elevata resistenza anche alle escursioni termiche e ai molteplici giri di avvolgimento, protegge i bagagli da umidità, pioggia, tagli e aperture accidentali.

Il servizio di avvolgimento bagagli viene svolto presso il nostro punto vendita di Roma Termini su richiesta dei clienti.

Il costo è di 6 € per l’avvolgimento del bagaglio, più 5 € per il deposito giornaliero della valigia o del collo da wrappare. Non viene fatto immediatamente, occorre lasciare il bagaglio in deposito ed il nostro personale vi indicherà l’orario in cui è possibile ritirarlo.

Viaggi e Cammini numero 6, in edicola #BagsFree #WalkingOnFrancigena

E’ arrivato da non molto in edicola il numero 6 della rivista “Viaggi e Cammini” della Prisma Associati.

La Francigena non manca neppure in questo numero. Le sono dedicate in particolare le pagine da 16 a 25 che trattano del tratto del nostro amatissimo cammino che va da Torino a Vercelli, “la pianura che affascina” la chiamano, tra le acque e le risaie.

Come sempre molti articoli interessanti. Luca che l’ha letto vi consiglia quello sul Vallo di Adriano e quello sulla Sicilia “coast-to-coast”.

Interessantissimo (come sempre la rivista si occupa anche del “pratico” del camminare) l’articolo sul “Cosa mangiare in cammino”.

Buona lettura e buon cammino!

Dia de la Hispanidad – La festa nazionale spagnola del 12 ottobre

Il 12 ottobre in Spagna è come il nostro 2 giugno. Il giorno in cui si celebra l’identità nazionale.

Le celebrazioni sono previste in tutto il territorio spagnolo ma il centro di tutto è ovviamente la capitale, Madrid. Ovviamente nelle regioni dove la spinta indipendentista è più forte, come i Paesi Baschi e la Catalogna, la partecipazione popolare appare solitamente in tono minore.

Ma comunque anche Bilbao, Donostia (San Sebastian) e Barcelona sono coinvolte nei festeggiamenti.

Il trasporto persone attivo a Barcelona! Facile come bere un bicchier d’acqua! #BagsFree #LuggageStorage #LuggageTransport

L’offerta di Bags Free in termini di servizi continua ad ampliarsi. dal 1 ottobre 2019 è attivo anche su Barcelona, come da tempo ormai a Roma, il servizio di trasporto persone con i relativi bagagli al seguito, da e per l’aeroporto.

Per conoscere prezzi e condizioni di utilizzo del servizio come sempre basta scrivere indirizzando a booking@bags-free.com, magari specificando nell’oggetto il servizio che vi interessa.

La nostra Amministrazione, come sempre, vi risponderà nel più breve tempo possibile. Ricordatevi che i nostri uffici sono aperti ogni giorno, festivi e prefestivi compresi dalle 8 del mattino alle 8 della sera.

Il tutto… facile come bere un bicchier d’acqua!

Bags Free Barcelona si rinnova! #BagsFree #LuggageStorage #LuggageTransport

Bags Free, lo sapete, è un marchio che si vanta della sua dinamicità. Ci piace fare il nostro lavoro, ci piace servirvi al meglio e di questo non fa parte solo il prezzo conveniente, la puntualità, la precisione nel servizio, ma anche semplicemente il bello.

Farvi vedere delle cose belle, non solo nelle città dove lavoriamo, da soli o con i nostri partner (e posti come Roma, Barcelona, Firenze, Siena, Siviglia non hanno certo bisogno di tanto aiuto da parte nostra, per quanto sono attraenti e ricche di storia) ma anche semplicemente nei nostri personali luoghi di lavoro, dove ci incontriamo, dove ci consegnate e vi riconsegniamo i vostri bagagli.

Due anni fa è toccato al deposito di Roma il restyling, nell’ultima settimana è stato il turno del deposito di Barcelona. Qui vi posto qualche foto, dove potete apprezzare, speriamo, il gusto per il colore e l’attenzione al dettaglio.

Sempre per voi, per servirvi al meglio, ma anche per noi, per lavorare al top, in un ambiente che, oltre che funzionale, sia garanzia di benessere, pulizia, accoglienza.

Vi aspettiamo, come sempre!

La Francigena di nuovo su “Viaggi e cammini” #BagsFree #WalkingOnFrancigena

La Francigena è protagonista anche sull’ultimo numero, da ieri in edicola, della rivista “Viaggi e Cammini” (numero 5, agosto-ottobre 2019), con una selezione di nove bellezze scelte lungo il cammino.

Quattro di queste le conosciamo bene, perchè Monteriggioni, Radicofani, Acquapendente e Sutri ci vedono attivi con i nostri servizi, sia il semplice trasporto bagagli con il marchio Bags Free, sia l’attività di organizzazione turistica con il marchio Walking On Francigena, in collaborazione con moltissimi tour operator, fornitori di servizi e strutture ricettive nel tratto che va da Lucca a Roma.

A proposito del tratto Lucca-Roma, stiamo alacramente lavorando per voi, e a breve speriamo piacevolmente di stupirvi con un nuovo servizio!!! Ma non vi dico nulla, seguite la nostra attività e lo scoprirete!

Tornando alla rivista “Viaggi e Cammini”, anche questo numero è tutto da leggere, con un servizio sull’Aspromonte ed articoli sul cammino di Benedetto nel cuore del Lazio, l’Italia da conoscere sui treni d’epoca, etc…

Per ultimo nelle rubriche della rivista vi segnalo un interessante pezzo sulla tecnica del Fit Walking, tecnica di cammino perfezionata dai fratelli olimpionici Giorgio e Maurizio Damilano. Luca, che scrive, preferisce il Nordic Walking per allenarsi, ma per chi ama avere le mani completamente libere anche questa è una tecnica davvero efficace.

Beh? Ancora qui a leggere? Che aspettate ad andare in edicola? O meglio ancora a mettervi in cammino? Con o senza bastoncini, ma sicuramente senza troppi bagagli!!!