Archivio mensile:giugno 2018

Enrique, the Bags Free Security Man, sorry, Cat!

Enrique, the Bags Free Security Man, sorry, Cat!

Da un po’ di tempo le misure di sicurezza nel nostro deposito di Barcellona sono raddoppiate.

“Egli” veglia notte e giorno sui vostri bagagli.

Attenti ladri! Enrique è, per chi crede, come nostro Signore: vi vede benissimo anche al buio.

E quando è il caso vi castiga!

Ma se lo andate a trovare in amicizia e gli fate una carezza, le fusa sono assicurate.
Prrr….

(p.s. Perchè Enrique? Non me lo chiedete…)

Enrique, the Bags Free Security Man, sorry, Cat!

Enrique, the Bags Free Security Man, sorry, Cat!

Enrique, the Bags Free Security Man, sorry, Cat!

Enrique, the Bags Free Security Man, sorry, Cat!

Walking On Francigena, sulla Variante Cimina #BagsFree #WalkingOnFrancigena

Walking On Francigena, sulla Variante Cimina

Ieri, domenica 17 giugno, bellissima esperienza “walking on Francigena” per Luca di Bags Free con tantissime persone, alcune centinaia, lungo i sentieri intorno al Lago di Vico, parte integrante della “Variante Cimina della Via Francigena“.

Cos’è la Variante Cimina?

Perchè “Variante”? Perchè il percorso ufficiale della Via Francigena va da Viterbo a Vetralla e da Vetralla a Sutri, ma fin dal Basso Medioevo era frequentatissimo anche il percorso che da Viterbo andava verso Ronciglione e da Ronciglione a Sutri, dalla parte più interna.

Questo perchè era un percorso più protetto, in tempi di invasioni e scorrerie saracene.

Un bel trekking

Una bella esperienza, un anello di 8 chilometri e mezzo su un sentiero che ripercorreva in buona parte il margine della caldera vulcanica, in mezzo ad una bellissima faggeta, castagni, funghi e quant’altro.

Luca Zacchi di Bags Free e Antonio Correnti dell'Associazione Variante Cimina della Via Francigena

Luca Zacchi di Bags Free e Antonio Correnti dell’Associazione Variante Cimina della Via Francigena

La salita che dava inizio al percorso

La salita che dava inizio al percorso